L'allarme Coronavirus non ferma il progetto europeo Erasmus Plus K2 “Inspire”. Skype avvicina San Miniato alla Grecia

01-03-2020 09:55 -

Nemmeno la prevenzione epidemiologica sul Coronavirus ferma i progetti europei dell'istituto tecnico “Carlo Cattaneo” di San Miniato (Pisa). Nonostante il fermo di tutte le attività esterne come anche i viaggi di istruzione come decretato dalle istituzioni sanitarie, la scuola non si è persa d'animo e ha risolto grazie alla tecnologia. È successo nei giorni scorsi ai partecipanti del progetto Erasmus Plus K2 “Inspire” coordinati dai docenti Gabriella Salerno e Chiara Bisori, i quali dovevano partire per la Grecia nei giorni finali di febbraio ma sono stati costretti a restare con le valige a terra.

«Cinque alunni si erano preparati già da qualche mese per l'incontro che si è tenuto in Grecia ad Arfara dal 24 al 29 febbraio – spiega la professoressa Salerno – sarebbero stati ospitati dai compagni greci e insieme avrebbero incontrato i ragazzi della Bulgaria, del Portogallo e della Turchia che partecipano al progetto. La mattina del 23 febbraio siamo andati all'aeroporto di Pisa per partire, ma siamo stati informati dal dirigente scolastico Alessandro Frosini sul divieto di svolgere viaggi d'istruzione, come indicato dal Ministero dell'Istruzione per arginare la diffusione del Coronavirus. Pertanto, a malincuore, siamo tornati a casa».

I docenti e gli studenti Marta Franceschi, Victoria Gallucci, Benedetta Wan, Marco Ricciardi e Luca Zingoni, delle classi 2DE e 2BE, non si sono però persi d'animo. «Con il collega greco Vasileios Bazanis – prosegue la docente – abbiamo organizzato due incontri via Skype e così, anche se soltanto online, i nostri ragazzi hanno potuto partecipare ad alcune attività e presentare i lavori svolti. Tra questi c'era anche un'interessante attività di ricerca storica sugli anni '50 e '60 ricostruita dalle interviste agli anziani della casa di riposo “Del Campana-Guazzesi” di San Miniato. Il prossimo incontro del progetto, previsto in Bulgaria per fine marzo, in accordo con le altre scuole partner è stato rinviato a settembre».

Il progetto "Inspire" prevede l'incontro tra gli studenti del “Cattaneo” con quelli di altre scuole partner a livello europeo (provenienti da Grecia, Bulgaria, Turchia e Portogallo), al fine di promuovere la conservazione delle tradizioni e del patrimonio culturale trasmesso dalle generazioni precedenti. I ragazzi sono impegnati nella raccolta delle testimonianze e nella loro rielaborazione per creare archivi digitali per le future generazioni. Il progetto ha anche un logo che è stato progettato dalla studentessa del “Cattaneo” Andrea Letizia Bettini.