26 Novembre 2022
NOTIZIE
percorso: Home > NOTIZIE > Cattaneo Live

Aree di crisi: le quinte del Corso Turismo dell'It Cattaneo a confronto con il fotografo Alfredo Bosco

03-12-2021 17:31 - Cattaneo Live

Per capire le tecniche di racconto di un'area di crisi i ragazzi delle CLASSI 5^ del CORSO di TURISMO dell'IT Cattaneo, accompagnati dai docenti Elena Marianelli, Susanna Scali e Marco Tremori, hanno seguito una lezione dell'autore delle foto e dei video della mostra “Alfredo Bosco. Aree di crisi” a Villa Pacchiani a Santa Croce sull'Arno.

Alfredo Bosco è un giovane fotografo freelance che ha operato nelle più calde e pericolose aree di conflitto mondiali, toccando anche le diverse tipologie di crisi: dalla guerra separatista del Donbass, ai conflitti tra i cartelli dei narcotrafficanti dello stato di Guerrero in Messico, alle devastazioni del terremoto di Haiti.


Ha saputo raccontare ad una platea appassionata e coinvolta, le sue giornate in trincea sotto il fuoco nemico, la delicatezza da usare nel relazionarsi con le vittime dei bombardamenti e la pericolosità di un mestiere, il giornalista freelance, di cui c'è sempre più bisogno, per avere una visione plurale ed equilibrata nella realtà di crisi ma che, proprio per questo, risultano spesso scomode per le parti in causa.


Per i ragazzi del turismo, per i quali sta diventando strutturale lo studio delle tecniche della comunicazione , si è trattato d i un bagno di realismo e un momento di crescita importante sia per il coinvolgimento emotivo sia per l'aver appreso le tecniche e i processi legati a quel particolare tipo di comunicazione. L'uso del bianco e nero, la scelta di “palette” particolari per sottolineare e far risaltare certe emozioni, l'importanza dell'inquadratura, del contrasto, ecc. Alfredo ci ha mostrato anche un video di un giorno e di una notte in trincea nel Donbass, descrivendoci i passaggi e i significati del montaggio, delle scelte stilistiche nel racconto di quella tragedia.


I ragazzi presenti, quest'anno, avranno l'esame di Stato, quello che un tempo si chiamava “di maturità” e sapranno trovare grande vantaggio da questa mattinata, nel cammino, appunto, verso la loro maturità. Ne sono testimonianza gli occhi rapiti, il silenzio ammaliato, le tante domande rivolte e la voglia di rimanere lì anche quando il tempo ci ha obbligati al ritorno a casa.


Alunni 5AT Amore, Maestrelli, Pepi, Speranza e Taddei


Alunni 5BT Antonietti, Berni, Bekteshi, Branca, Campinoti, Di Michele, Fattori, Fiumalbi, Gaeta, Ianniello, Lampis, Lari, Ledesma, Li Pira, Matteoli, Morelli, Oancea, Pairetto, Purpura, Rossi, Tamonte, Vignola, Zazzaro.




Realizzazione siti web www.sitoper.it